Home -> Primo Piano

Anche alle Isole Eolie entra nel vivo il progetto di “alternanza scuola lavoro”

Anche alle Isole Eolie entra nel vivo il progetto di "alternanza scuola lavoro", grazie al protocollo di intesa sottoscritto tra l'Istituto Tecnico Isa Conti Eller Vainicher e Federalberghi Isole Eolie.

Nel corso dell'incontro tenutosi a Lipari presso l'aula magna dell'istituto Vainicher, la preside, Tommasa Basile, ha inquadrato il progetto a livello normativo, richiamando la legge 107 del 2015 che ha istituzionalizzato e reso operativo il modello di alternanza scuola lavoro. La preside ha, quindi, evidenziato i diritti e i doveri degli studenti nel percorso di alternanza, spiegando come questo, nel concorrere alla valutazione dell'intero percorso di studi, sarà sottoposto ad una serie di verifiche reali sull'effettivo rendimento degli studenti.

La Basile ha quindi posto l'accento sull'importanza e il rammarico per non essere ancora riusciti a riportare a Lipari l'istituto alberghiero. "Le Eolie hanno tutte le carte in regola per giustificare appieno la presenza di un istituto alberghiero", ha rivendicato con fermezza la Preside. Questo, che potrebbe anche essere un serale, oltre a rappresentare un'importante occasione per il comparto ricettivo e per i giovani locali, consentirebbe anche di ridurre il drop out scolastico. Federalberghi Isole Eolie, sulla scorta del "Progetto scuola" avviato dal Comitato Nazionale dei Giovani Albergatori (CNGA) di Federalberghi e dal protocollo di intesa siglato nel 2012 e successivamente aggiornato nel 2016 tra la stessa Federalberghi e il Ministero dellʹIstruzione, dellʹUniversità e della Ricerca, ha avviato l'iter necessario per coinvolgere in modo coordinato e sinergico le imprese del comparto ricettivo sul territorio per rispondere all'importante domanda proveniente dagli studenti che ormai hanno l'obbligo di svolgere un minimo di 200 ore di alternanza in azienda. ll presidente di Federalberghi Isole Eolie e Isole Minori della Sicilia, Christian Del Bono, nel presentare il progetto ha parlato di "grande opportunità sia per le aziende che per i nostri giovani. Le prime hanno la possibilità di seminare proficuamente per il prossimo futuro, partecipando al percorso formativo dei propri potenziali futuri collaboratori, i secondi quello di apprendere competenze specifiche e di iniziare a misurarsi e proporsi sul mercato del lavoro". Nelle isole minori, sono, infatti, in numero sempre crescente le imprese del settore ricettivo che prediligono il personale locale ma lamentano le difficoltà connesse a rintracciare risorse competenti e che conoscano le lingue straniere. Il Presidente ha quindi sposato pienamente la causa dell'Istituto tecnico affinché anche le Eolie possano diventare sede di un Istituto Alberghiero. Questo, ha concluso Del Bono, consentirebbe di sodisfare gradualmente la crescente domanda per figure professionali specializzate nei diversi settori dell'alberghiera.​


SCADENZA IMU - IMPOSTA TROPPO GRAVOSA PER IL SETTORE TURISTICO RICETTIVO

Il mese di giugno per gli italiani e in partic...

GLI ALBERGHI ITALIANI VESTONO GREEN

Federalberghi, WWF Italia e Fondazione Recchi ...

IN DIRITTURA D'ARRIVO IL CODICE IDENTIFICATIVO NAZIONALE

La lotta all’abusivismo nel settore turismo gi...

TFR Maggio 2019

Il tasso di rivalutazione del trattamento di fine...

Decreto sicurezza bis - notifica alloggiati

Il decreto sicurezza bis ha stabilito che la comu...

Sisma centro italia - zona franca urbana

Nuovi chiarimenti sono stati forniti dal Minister...